BoriFlex

Le lenti RGP sferiche Boriflex sono disponibili con 2 diverse geometrie della superficie posteriore: lente Asferica e Multicurve. Ciò permette una vestibilità ottimale e aumenta il comfort.

Descrizione

Geometria

BoriFlex ASP

  • Design asferica
  • Centro sferico
  • 1 appiattimento asferico
  • Eccentricità: 0.10 – > 0.90
  • Toricità corneale < 3/10 mm

Avviso BoriFlex

  • Design multicurva
  • Centro sferico
  • 3 appiattimenti sferici regolabili rispetto all’eccentricità della cornea
  • Eccentricità: 0.10 – > 0.90
  • Toricità corneale < 5/10 mm

Altre varianti:

  • BoriFlex SA: Lente sferica con leggero appiattimento asferico
  • BoriFlex S2A: Lente sferica con appiattimento bi-asferico
  • BoriFlex S3S: multicurva con 3 appiattimenti sferici non variabili. 

Variazioni multifocali

Bifocale (Bf)

Bifocal Bf
  • 2 zone ottiche concentriche lontane/vicine
  • CD o CN

Semplice progressivo (Sp)

Semplice Progressivo Sp
  • 3 zone ottiche concentriche lontano / intermedio / vicino
  • CD o CN

Multiprogressive (Mp)

  • più zone concentriche sferiche: lontanoi / vicine
  • Cn

Dati tecnici

Parameterfromtosteps
Total diameter10.00 mm12.00 mm0.01 mm
Base curve6.00 mm9.00 mm0.01 mm
Sphere-40.00 dpt+40.00 dpt0.01 dpt
Addition+0.50 dpt+4.00 dpt0.01 dpt
Central optic Zone (Zoc)1.00 mm5.00 mm0.01 mm
Eccentricity0.100.900.01

Informazioni aggiuntive

Applicazione

Indicazione

Tipo di Correzione

,

Lens Type

Progettato da

SwissLens

Consigli applicativi

  • Diametro totale: diametro corneale – 2,00 mm
  • Curva base:
    • ASP: r0 = K piatto (rcfl)
    • Sms:
      • ( rcfl – rcst) ≤ 0,30 mm – > BC = rcfl – 0,05
      • (rcfl – rcst) ≤ 0,40 mm – > rO – rcfl – 0,10
      • (rcfl – rcst) ≤ 0,50 mm – > rO = rcfl – 0,15
  • Appiattimento: ASP & SMS: eccentricità (En) = eccentricità della cornea a 30° arrotondata per eccesso

Consigli applicativi per lenti a contatto gaspermeabili

Geometria

  • Indossare la lente a contatto di prova per almeno 30 minuti. Chiedere al paziente di focalizzarsi sul pavimento per ridurre al minimo la sensazione di corpo estraneo.
  • Valutazione del comfort soggettivo.
  • Sovra-refrazione
  • Esame in lampada a fessura:
    • Valutazione dinamica con illuminazione diffusa:
      • Occhio in sguardo primario e ammiccamento normale.
      • Movimento (velocità) e posizione dopo l’ammiccamento e mentre gli occhi si muovono:
        • Movimento verticale
        • Movimento orizzontale
        • Centratura
        • Una lente ben applicata sarà centrata sulla cornea (±0,5 mm)
        • Il movimento deve essere pronunciato ma non eccessivo (1-2 mm)
  • Valutazione statica con fluoroscopia:
    • Valutazione quando il paziente guarda dritto davanti e la lente è centrato sulla cornea senza alcun impatto delle palpebre sulla lente: valutazione dello spessore del film lacrimale sotto la lente; film lacrimale < 10µm = nessuna floresceina è visibile.
      • zona ottica centrale con allineamento del quadro fluoresceinico
      • zona inter-periferica con piccola quantità di fluoresceina
      • zona periferica con una quantità maggiore di fluoresceina necessaria per un buon ricambio del film lacrimale
Consigli per Toriflex

Il modello ottimale di fluoresceina mostra della fluoresceina al centro e un anello di fluorosceina più largo in periferia (ca. 0,75 mm).
Il movimento verticale dovrebbe essere di circa 1 mm. In caso di movimento eccessivo, diminuire entrambe le curve posteriori centrali (r0fl e r0st) di -0,10 mm. In caso di lente posizionata in basso, aumentare entrambe le curve posteriori centrali (r0fl e r0st) con 0,10 mm; nel caso in cui la palpebra superiore spinga la lente verso il basso, aumentare il diametro totale.

In caso di lente posizionata in alto, diminuire il diametro totale

Solo per Toriflex TP:

In caso di stabilizzazione instabile e/o di lente posizionata in alto, aumentare il prisma a 2,0 cm/m.

AVVISO: il prisma di stabilizzazione induce un prisma ottico. Questo dovrebbe essere regolato su entrambi gli occhi.

Scelta della prima lente a contatto

Sistema di progressione e zona ottica centrale (zoc)

Scelta della zona di lettura

Determinare se la visione è alternata (cambiamento delle zone ottiche per traslazione) o simultanea (cambiamento delle zone ottiche mediante selezione della corteccia visiva):

  • Visione alternata: zona di lettura in periferia (la maggior parte dei casi)
  • Visione simultanea: zona di lettura al centro
RequirementsBifocal BfSimple progressive Sp
Myopia Addition < 1.75 dpt
Myopia: Addition ≥ 1.75 dpt
Priority in distance vision
Priority in near visiondominant eyenon dominant eye
Good contrast
  • La visione per distante dipende dalla centratura, la visione per vicino dal movimento (traslazione).
  • Per una buona traslazione, è necessario un movimento da 1 a 2 mm. È influenzata da r0 e .ØT.
  • La fluoroscopia deve mostrare un buon allineamento della zona ottica.

Zona ottica centrale, posizione e diametro:

Raccomandazioni per la prima scelta: pupilla standard (3,50–4,00 mm) con illuminazione normale

Bifocal BfBifocal BfSimple progressive SpSimple progressive Sp
PositionCentre near (CN)Centre Distance (CD)Centre near (CN)Centre Distance (CD)
Dominant eye2.253.752.504.00
Non-dominant eye2.753.253.003.50
Undefined2.503.502.753.75

Per le dimensioni non standard della pupilla o per la preferenza distante/vicino, variare la zoc con step di 0,25 mm

Materiali per lenti a contatto rigide

FeaturesOptimum InfiniteBoston XOOptimum ComfortBoston EOContaperm F2Optimum ClassicBoston ES
DK Fatt ISO 9913-160*/44**50*/37**39*/29**30*/22**25*/19**21*/16**16*/12**
ManufacturerContamacPolymertechnologyContamacPolymertechnologyContamacContamacPolymertechnology
Wettability angle8° (3)49° (2)6° (3)49° (2)19° (3)12° (3)52° (2)
Hardness (4)80.779.97983838385.4
Refractive index1.4381.4151.4371.4291.461.451.443
Handling tintclear blue greenblue red green lilablue greenblueclearblue greenblue green
UV
Durability+++++++++++++++++++
Resistance deformation (5)+++++++++++++++++
Long term wearing+++++++++++++
Tear film with lipid+++++++++++++
Tear film with protein++++++++++++++
Wettability+++++++++++++++++

* ×10-11 (cm2/sec) [ml 02/(ml × mm Hg)]

** ×10-11 (cm2/sec) [ml 02/(ml × hPa)]

Materiale di default: Optimum Classic Blue

Garanzia di qualità

Questi materiali sono conformi allo standard ISO 10993-1 che definisce la biocompatibilità dei materiali.

Il processo di produzione di SwissLens garantisce questa biocompatibilità anche dopo il processo di produzione, in particolare senza aggiungere materiale di lucidatura. Questo standard è richiesto dal sistema di garanzia della qualità di SwissLens.

Boston Materials

preloader