Borelis

Il Borelis è una lente a contatto multifocale morbida individuale per tutti gli errori refrattivi sferici nei pazienti presbyopici. La sua vasta gamma di parametri e materiali consente un adattamento ottimale all’occhio e quindi il massimo comfort indossando e lunghi tempi di usura.

Descrizione

Geometria

  • Aree ottiche anteriori e posteriori sferiche
  • Appiattimento asferico
  • Area ottica multicurva sferica anteriore
  • Distanza o Vicino al centro

Variazioni multifocali

Bifocal (Bf): due zone ottiche concentriche sferiche distanti / vicine

Progressivo semplice (Sp): zone concentriche sferiche e asferiche: distanza / intermedio / vicino

Multi progressive (Mp): più zone concentriche sferiche: distanti / vicine

Materiali

Tutti i materiali Soft Lens 

Variazioni multifocali

Bifocale (Bf)

Bifocal Bf
  • 2 zone ottiche concentriche lontane/vicine
  • CD o CN

Semplice progressivo (Sp)

Semplice Progressivo Sp
  • 3 zone ottiche concentriche lontano / intermedio / vicino
  • CD o CN

Multiprogressive (Mp)

  • più zone concentriche sferiche: distanti / vicine
  • Cn

Consulenza per l'adattamento

  • Diametro totale: diametro corneale 2,30 mm
  • Curva di base: curva corneale più piatta – 0,70 mm
  • Sfera: bicchieri in DVO – 0 mm
  • Appiattimento: confronto del solco

Dati tecnici

Parameterfromtosteps
Total diameter12.00 mm15.00... 19.00 mm0.01 mm
Base curve7.00 mm12.00 mm0.01 mm
Sphere-40.00 dpt+40.00 dpt0.01 dpt
Addition+0.50 dpt+4.00 dpt0.01 dpt
Central optical zone Zoc1.00 mm5.50 mm0.01 mm
Flattening(-) flowing(+) pronounced (-–) monocurve

Informazioni aggiuntive

Application

Indication

Correction Type

,

Lens Type

Progettato da

SwissLens

Consigli applicativi e guida per lenti a contatto morbide

Scelta del diametro e della curva base per la prima lente a contatto

  1. Misurare il diametro corneale (HVID – 0,6 mm) e dei K
  2. Determinare il diametro della lente a contatto ØT (usare la seguente tabella)
  3. Determinare la curva base r0 = rcfl + BCf (usare la seguente tabella, rcfl = K centrale più piatto)

Orbis (Ø cornea + 2,10 mm / BCf = 0,60 mm)

Toris Bal – Torelis Bal – Borelis (Ø cornea + 2.30 mm / BCf = 0.70mm)

Toris Int/Ext – Torelis Int/Ext (Ø cornea + 2,50 mm / BCf = 0,80 mm)

Esempio: Parametro per Toris Ballast:

Parametri corneali: Ø cornea = 1,70 mm / K corneali = 7,80 / 7,70 mm

  • ØT = 11,70 mm + 2.30 mm = 14.00 mm
  • r0 : 7,80 mm + 0,70 mm = 8,50 mm

se differenze fra i K corneali ˃ 0,40 mm = ridurre r0 di 0,10 mm ogni 0.40 mm di differenza

Definitivo 74: più stretto di 0,10 mm

* Informazioni: l’ 80% delle curve corneali sono statisticamente comprese tra 11,3 e 12,1 mm.

Consigli applicativi

  1. Inserire la lente a contatto per una durata compresa tra 30 minuti e 2 ore. Sovra rifrazione (è possibile utilizzare l’autorefrattometro per avere un’idea di cil/asse).
  2. Biomicroscopia (da 10 a 15) con luce bianca: osservare la lente mentre il paziente guarda dritto davanti e durante il movimento degli occhi.
  3. Mobilità tramite il movimento delle palpebre (test push up).
  4. Il movimento della lente all’ammiccamento deve essere di circa 2 mm.
  5. Osservare la zona ottica anteriore: film lacrimale, idratazione, lubrificazione, depositi.
  6. Cheratometria sulla lente a contatto: (deformazione delle mire).
  7. Verificare la presenza di staining corneale e congiuntivale con fluoresceina dopo la rimozione della lente.
  8. Ordinare la lente a contatto definitiva sulla base del numero di lotto (SN).

Scelta della prima lente a contatto

Sistema di progressione e zona ottica centrale (zoc)

Scelta della zona di lettura
  1. Centro vicino nella maggior parte dei casi
  2. Vision per vicino in periferia se la visione per distante è scarsa, per alta miopia o pupilla decentrata.

Procedura

  • Determinare l’occhio dominante
  • Trovare la correzione massima (+) per la visione per distante
  • Trovare la migliore acuità nella visione per distante per ottimizzare la scelta del diametro della zona ottica
  • Determinare le esigenze dei pazienti per scegliere il design multifocale: distante / intermedio / vicino

Scelta del design multifocale

RequirementsBifocal BfSimple progressive SpMulti progressive Mp
Hyperopia
Myopia Addition < 1.75 dpt
Myopia: Addition ≥ 1.75 dpt
Priority in distance vision
Priority in near vision
Priority in intermediate vision (computer)
Use in low light in distance vision
Use in low light in near vision
Good contrast
Low Helos
Anisometropia > 2.00 dpt
Amblyopia ( √ )
Modified monovision care ( √ )

Zona ottica centrale, posizione e diametro:

raccomandazioni per la prima scelta: pupilla standard (3,50–4,00 mm) con illuminazione normale

Bifocal BfBifocal BfSimple progressive SpSimple progressive SpMulti progressive Mp
PositionCentre near (CN)Centre Distance (CD)Centre near (CN)Centre Distance (CD)Centre near (CN)
Dominant eye2.253.752.504.001.50
Non-dominant eye2.753.253.003.501.75
Undefined2.503.502.753.751.50

Per le dimensioni non standard della pupilla o per la preferenza distante/vicino, variare la zoc con step di 0,25 mm

Materiali per lenti a contatto morbide

FeaturesDefinitive 74 (SiH)UniSil 62 (SiH)Igel 77CTF 67GM3 58Igel 58GM3 49
DK Fatt ISO 9913-160*/44**50*/37**39*/29**30*/22**25*/19**21*/16**16*/12**
Material typeSilicone HydrogelSilicone HydrogelHydrogelHydrogelHydrogelHydrogelHydrogel
ManufacturerContamacContamacContamacContamacContamacContamacContamac
ClassificationFilcon V3Filcon V3Filcon II3Filcon II2Filcon II1Filcon II1Filcon II1
Water content74%62%77%67%58%58%49%
Refractive index1.371.511.371.391.411.401.42
Handling tintclear / blueblueclearclearclear / blueclearclear / blue
UV√ (blau)
Normal tear film++++++++++++++++++
Reduced tear film++++++++++++++
Watery tear film++++++++++++++++++
Tear film with lipid+++++++++++++
Tear film with protein+++++++++++++
Durability++++++++++++++
Initial comfort++++++++++++++++
Low dehydration++++++++++++++++
Moistening+++++++++++++++++
Dry eye+++++++++++++++++
Non-ionic

* ×10-11 (cm2/sec) [ml 02/(ml × mm Hg)]

10-11 USD (cm2/sec) [ml 02/(ml × hPa)]

Materiale di default: GM3 58 bianco

Garanzia di qualità

Questi materiali sono conformi allo standard ISO 10993-1 che definisce la biocompatibilità dei materiali.

Il processo di produzione di SwissLens garantisce questa biocompatibilità anche dopo il processo di produzione, in particolare senza aggiungere materiale di lucidatura. Questo standard è richiesto dal sistema di garanzia della qualità di SwissLens

preloader